Emilia Romagna Teatro Fondazione

TEATRO NAZIONALE
direttore: Claudio Longhi
sale: Teatro Storchi, Teatro delle Passioni (Modena); Arena del Sole, Teatro delle Moline (Bologna); Teatro Bonci (Cesena); Teatro Ermanno Fabbri (Vignola); Teatro Dadà (Castelfranco Emilia)

SEDE OPERATIVA E UFFICI
viale Carlo Sigonio 50/4 - 41124, Modena
telefono: 0592136011
fax: 0592138252
email: info@emiliaromagnateatro.com
emiliaromagnateatro.com

Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro Nazionale con sede a Modena, è stato diretto da Pietro Valenti dal 1994 al 2016. Dal gennaio 2017 è diretto da Claudio Longhi.
Le sedi di produzione di ERT sono il Teatro Storchi e il Teatro delle Passioni a Modena, il Teatro Bonci a Cesena, e l’Arena del Sole a Bologna. Oltre a queste sale ERT gestisce il Teatro Fabbri a Vignola, il Teatro Dadà a Castelfranco Emilia e il Teatro delle Moline a Bologna.
L’Ente è prima di tutto un centro di produzione teatrale, con all’attivo oltre 140 spettacoli prodotti. Tra i numerosi registi che in questi ultimi anni hanno collaborato con Emilia Romagna Teatro ricordiamo Giancarlo Cobelli, Massimo Castri, Pippo Delbono, Cesare Lievi, Thierry Salmon, Federico Tiezzi, Enrique Vargas, Bob Wilson, Eimuntas Nekrošius, Alvis Hermanis, Claudio Longhi, Antonio Latella, Pascal Rambert, Konstantin Bogomolov.
Sul fronte internazionale, oltre alla collaborazione produttiva con diversi registi e strutture, ERT organizza da 22 anni VIE Festival, che ha ospitato artisti quali Peter Brook, Lev Dodin, Jan Fabre, Rodrigo Garcìa, Philip Glass, Mathilde Monnier, Alain Platel, Meg Stuart, Socìetas Raffaello Sanzio, Alvis Hermanis, Josef Nadj, Virgilio Sieni, Tim Etchells/Forced Entertainment, Rimini Protokoll, Motus, Belarus Free Theatre, Thomas Ostermeier, Krzysztof Warlikowski.
ERT è inoltre membro di alcuni network europei, tra i quali il Progetto PROSPERO.
Cruciale per ERT è l’attività di formazione che si sviluppa in due progetti differenti: la Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro diretta da Claudio Longhi, che prevede un percorso triennale il cui obiettivo è quello di formare interpreti internazionali; e il corso di Perfezionamento attoriale, che mette in relazione giovani attori con maestri della scena (lo scorso anno il corso è stato diretto da Antonio Latella ed è sfociato nel felice esito del progetto “Santa Estasi”; nel 2016-2017 la direzione è affidata a Ivica Buljan, regista croato Direttore del Teatro Nazionale di Zagabria).